90 % le adesioni allo sciopero della Camera di Commercio

il 90% dei lavoratori della Camera di Commercio di Terni ha oggi aderito allo sciopero proclamato da CGIL FP e UIL FPL, oltre che dalla RSU.

Dunque una forte e riuscita manifestazione di protesta nei confronti del Presidente Cipiccia e del Consiglio di Amministrazione che hanno deciso di procedere a ricoprire un nuovo posto direttivo tramite la “promozione” di un dipendente facendo ricadere i costi su tutti gli altri.

In sostanza si toglie, nel complesso, l’equivalente di una mensilità a ciascuno dei meritevoli lavoratori della Camera di Commercio e si premia invece uno soltanto.

“ la massiccia adesione allo sciopero – sottolineano Giorgio Lucci della CGIL FP e Gino Venturi della UIL – deve ora indurre la Camera di Commercio a rivedere la propria posizione  e ad aprire immediatamente la trattativa per l’integrativo 2013.”  

Da parte loro i lavoratori, se la chiusura della Camera di Commercio dovesse ancora persistere, si dicono pronti ad intensificare le azioni di lotta.