la UIL chiede al Presidente Polli rassicurazioni sulla situazione finanziaria dell’Ente.

a seguito dell’assemblea dei lavoratori della Provincia di Terni tenutasi questa mattina presso la UIL, chiediamo al Presidente Polli una riunione urgente per essere rassicurati sulla situazione finanziaria dell’Ente e il rispetto degli obiettivi del patto di stabilità, anche a fronte della mancata alienazione dell’immobile denominato “ex Provveditorato agli studi” sito in Terni.

Nello stato attuale, che sembra gli stessi uffici finanziari di Palazzo Bazzani ritengano di estrema gravità, in ogni caso intendiamo avere certezze rispetto al pagamento degli stipendi al personale.

L’Assemblea è stata anche l’occasione per rilanciare il sostegno alla iniziativa della UIL di Rieti di referendum per l’accorpamento della Provincia di Rieti in Umbria e in particolare il Convegno che si terrà presso la UIL il prossimo 15 novemnbre alle ore 16 a cui parteciperanno il dott. MARINO FORMICHETTI, presidente del Comitato Terni-Rieti, in Umbria, Prof. STEFANO VILLAMENA, docente di diritto amministrativo all’Università di Macerata, Avv. GIANFRANCO PARIS storico e giornalista, Avv. GIANLUCA FORMICHETTI reps.le legale del comitato.

“in assenza di una riforma generale che riguardi la soprressione di tutte le Province, riteniamo nostro dovere irrinunciabile – ha commentato Gino Venturi segr. UIL di Terni – difendere in ogno modo lo status di Terni come città capoluogo in modo che il nostro territorio non esca da questa vicenda ulteriormente indebolito.”

E’ sembrata questa una risposta indiretta alla FP CGIL regionale che nei giorni scorsi aveva – cambiando le posizioni unitarie finora sostenute – dichiarato attraverso il suo  responsabile regionale che “si discute tanto di assetti e difesa ad oltranza della provincia, ma credo che ora sia arrivato il momento di cambiare passo “.

“Se il passo va cambiato – osserva invece Gino Venturi – lo si deve fare rispetto ai rapporti di forza all’interno dell’Umbria che hanno visto sempre penalizzato il territorio ternano, un esempio per tutti l’edilizia ospedaliera”.